Author Archives: admin

Eco B&B

Abbiamo pensato a Casa Rovai, una casa nel centro storico di Firenze, come a un bed and breakfast amico dell’ambiente…

prestando tutte le attenzioni possibili alla riduzione dell’impatto ambientale, dai prodotti utilizzati per la prima colazione all’utilizzo di fonti alternative di energia.

Anche una guest house nel cuore di una città d’arte può mettere in pratica azioni sostenibili che possono fare la differenza e possono far sentire gli ospiti in una casa a basso consumo energetico.

Ecco alcune azioni ecologiche adottate dal nostro b&b:

  • La riduzione delle emissioni di CO2 è una delle questioni fondamentali da tenere sempre in mente e siamo coscienti che anche un profondo cambiamento culturale e del nostro stile di vita possa contribuire: la nostra piccola casa ha a cuore la salute del pianeta. Abbiamo dunque deciso di ridurre le emissioni di CO2 e migliorare l’efficienza energetica attraverso la fornitura di gas e energia elettrica di Sorgenia® (link), prodotti esclusivamente da fonti di energia alternativa, senza l’uso di carbone fossile e petrolio. Questa scelta da un lato comporta una spesa maggiore ma si tratta di uno sforzo che siamo convinti sia necessario per attuare un cambiamento.
  • La nostra guest house si trova nell’area a traffico limitato del centro storico; tutti I luoghi di maggiore interesse turistico e artistico sono raggiungibili a piedi. La città è piuttosto piccola per cui si può andare a piedi senza dover guidare o prendere un autobus, si tratta di un privilegio che viene offerto ai nostri ospiti… potrete quindi godere anche di un turismo a basso impatto ambientale a Firenze!
  • Il consumo energetico è stato ridotto significativamente utilizzando lampadine a basso consumo.
    Nei tre corridoi della casa sono stati installati timer per l’accensione a tempo delle luci.
  • Abbiamo installato una macchina mineralizzatrice dell’acqua… un vero regalo per I nostri ospiti! In ogni stanza facciamo trovare un bicchiere e una caraffa per l’acqua in modo da evitare di usare bicchieri e bottiglie in plastica. Ci capita spesso di vedere che gli ospiti riempiono volentieri le loro bottiglie con l’acqua del mineralizzatore prima di affrontare la giornata a spasso per Firenze.
  • I costi della lavanderia sono stati ridotti introducendo un sovrapprezzo nel caso gli ospiti richiedano un cambio giornaliero della biancheria. Garantiamo un cambio ogni 3 giorni.
  • La nostra lavatrice è a basso consumo energetico; non abbiamo acquistato un’asciugabiancheria considerato l’elevato impatto ambientale di questa macchina.
  • Abbiamo installato dei riduttori di flusso agli scarichi del bagno in tutte le camere.
  • L’impianto di riscaldamento è centralizzato e programmato da un cronotermostato che regola temperature e orari di accensione automaticamente. Si fa presente che le norme sul risparmio energetico impongono di non superare i 20° C .
  • Il personale di Casa Rovai si prende cura di spegnere le luci e il riscaldamento/aria condizionata ogniqualvolta che le camere degli ospiti non sono occupate.
  • Il nostro bed and breakfast si trova a due passi dalla zona chiusa al traffico di Piazza del Duomo, dove automobili, autobus e taxi non hanno accesso al traffico. Siamo quindi testimoni delle positive ripercussioni di questa politica e noi stessi scegliamo di promuovere l’utilizzo di mezzi di trasporto verdi come il trasporto pubblico o le biciclette. Diamo quindi informazioni ai nostri ospiti su: noleggio biciclette, visite della città a piedi e orari di autobus per visitare Firenze e altre città toscane.
    Fate molta attenzione: guidare a Firenze potrebbe farvi sprecare tempo molto prezioso!! Il traffico è molto intenso.
  • A colazione, garantiamo sempre l’utilizzo di prodotti locali per evitare inutili importazioni che comporterebbero gravi costi ambientali. Cerchiamo il più possibile di acquistare ingredienti sfusi per ridurre il consumo di imballaggi. Ma… la vera “stella” della nostra prima colazione è la torta in casa che ogni mattina esce dal nostro forno, guidando gli ospiti dalla loro camera alla sala colazione. Abbiamo infatti deciso di evitare di comprare torte confezionate e pensato di produrre una autentica torta casalinga.

Ecco infine il nostro messaggio: essere ecologici rende più sani noi e I nostri ospiti!

 

Speciale bb Firenze ad Agosto

Speciale bb Firenze: DA NON PERDERE!!

Valido fino al Ago 31 2012

  • camere doppie con bagno interno da 70 euro a notte
  • camere triple da 90 euro a notte
  • camere singole da 50 euro a notte

Colazione e connessione ad internet incluse nel prezzo.

La informiamo che in caso di cancellazione del soggiorno è previsto il pagamento della penale come segue:

  • dalla prenotazione a 16 giorni prima il check–in: nessun costo
  • da meno di 16 giorni a 4 giorni prima del check–in: 40% di penale
  • da meno di 4 giorni a 0 giorni dal check in: 70% penale
  • no show: pagamento dell’intero soggiorno

Tassa di Soggiorno
La Tassa di soggiorno di € 2 per persona per notte non è inclusa e verrà aggiunta al conto della camera da pagare in contanti.

 

Da Nerbone il lesso è d’obbligo

A due passi dal nostro b&b San Lorenzo, il quartiere mediceo dove, tra il Palazzo di famiglia e la Basilica di San Lorenzo, la nobile stirpe fiorentina costruisce la sua ascesa politica e finanziaria, prima del trasferimento nel Palazzo della Signoria e, successivamente, con la creazione del Granducato, nella “reggia” di Palazzo Pitti, è una tappa imperdibile nella visita della città. Dopo una visita mattutina al Palazzo Medici Riccardi, con la fantasmagoria del potere mediceo raffigurata nel celebre corteo dei Re Magi affrescato da Benozzo Gozzoli nella Cappella del Michelozzo, si passa alla Basilica, con le superbe testimonianze dei due più grandi architetti del Rinascimento: Brunelleschi con il rigore classico e la perfezione geometrica della Sagrestia Vecchia e Michelangelo con la Sagrestia Nuova, i sepolcri medicei, la biblioteca laurenziana. Per riprendersi dallo stordimento delle Cappelle Medicee niente di meglio che farsi travolgere del caos calmo del mercatino di San Lorenzo risalendo per via dell’Ariento fra due ali di bancarelle che offrono per lo più gli stessi prodotti: pellami, magliette, borse e souvenirs, fino all’ imponente edificio tardo ottocentesco del Mercato Centrale. Lì dentro, girando fra i banchi, pian piano la vista, l’udito, l’olfatto ci faranno lentamente tornare in noi stessi fino a farci sentire un certo languorino, anche perché si sarà fatta ora di pranzo, visto che le Cappelle chiudono alle due. Così anche il gusto troverà soddisfazione da Nerbone lo storico chiosco all’interno del mercato nato all’epoca di Firenze Capitale per sfamare i ‘barrocciai’ con il mitico panino col lesso e diventato un punto di riferimento per generazioni di lavoratori dei dintorni e oggi anche per i visitatori e i turisti. Non è difficile infatti trovare una lunga coda estate e inverno in attesa di un posto sui semplici tavolini di marmo dove gustare un ottimo piatto di trippa, fagioli all’uccelletto, ribollita, insomma tutti i must della cucina popolare fiorentina, presentati senza tanti fronzoli e soprattutto ad un prezzo veramente accessibile a tutte le tasche.

Per i tradizionalisti più osservanti è d’obbligo panino col lesso o con il lampredotto, con salsa verde e un bicchiere di vino (rigorosamente rosso)!

 

Firenze di carta

Se Parigi, con i suoi bouquinistes (le caratteristiche bancarelle appese sulle spallette dei lungosenna, da quai Voltaire sulla rive gauche al quai de Louvre sull’altra sponda), può a buon diritto essere considerata il Paradiso dei bibliofili, anche Firenze può offrire all’appassionato in cerca di buone occasioni qualche scoperta interessante tra le bancarelle di libri vecchi e le vere e proprie librerie antiquarie. Si parte dalla bancarella di via Pietrapiana, nel quartiere di Sant’Ambrogio, all’altezza di piazza de Ciompi, proprio davanti alla Loggia del Pesce e al Mercatino delle Pulci, dove si possono trovare libri sulla storia di Firenze, saggistica, o prime edizioni del Novecento, come Papini, Prezzolini, Malaparte. Una tappa obbligata per andare in San Lorenzo a visitare la Sagrestia Nuova e le Cappelle dei Principi, è la storica bancarella di via Martelli, nello slargo tra il liceo Galilei e Palazzo Medici Riccardi, dove è possibile trovare vecchie edizioni di classici.

Lì a due passi, scendendo una scaletta, c’è anche la libreria antiquaria Giorni, che merita senz’altro una visita.

Altra storica bancarella è quella sull’angolo di Palazzo Strozzi, gioiello dell’architettura rinascimentale e sede di importanti esposizioni, dove è possibile trovare libri d’arte o cataloghi di mostre.

Infine, tornando verso piazza della Repubblica, un passaggio sotto i portici dove, proprio vicino all’ingresso delle Poste Centrali c’è la bancarella più vecchia, dove si trova di tutto, anche saggistica o libri universitari.

Per chi invece avesse una maggiore disponibilità in portafoglio ci sono le librerie antiquarie, come Gonnelli in via Ricasoli o Conforti, in via de’ Ginori o Salimbeni in via Matteo Palmieri, dove acquistare importanti rarità anche nel settore stampe antiche e grafica. Per gli amici bibliofili, buon divertimento!

 
top